torna su

Il territorio del Monferrato

un vigneto nel monferrato
Tra Alessandria ed Asti, un territorio ricco di storia, castelli, vigneti e dolci colline

Il Monferrato è una regione storico-geografica del Piemonte che si estende nelle province di Alessandria ed Asti, dal Po all’Appennino andando a confinare con Genova e Savona.

Noi ci troviamo nel cosiddetto Monferrato casalese o basso Monferrato un territorio collinare dove il clima è influenzato sia dalle Alpi che dal mare: il semicerchio di montagne offre protezione dalle perturbazioni provenienti da nord ed ovest limitando le piogge e mitigando il freddo invernale. Qui la natura ha creato un terroir ideale per la vigna, ma la bellezza e la particolarita’ di questo territorio, rispetto ad altre zone vitivinicole è la varietà del paesaggio, che lascia ancora molti spazi a zone selvagge, prati e boschi.

La pietra da Cantoni

Il sottosuolo di una vasta zona del Monferrato è costituito da depositi marnoso arenacei conosciuti come “pietra da cantoni”, dalla quale si cavavano un tempo blocchi di pietra da costruzione utilizzata per la maggior parte degli edifici del territorio. La pietra da cantoni è spesso ricca di fossili, in particolare conchiglie del tipo “pettine”, più rari reperti quali impronte di pesci o di loro scheletri, e denti di squalo.

Numerosi i castelli e i borghi caratteristici costruiti con questa pietra che si possono ammirare e visitare in tutto il Monferrato.

Cosa visitare nel Monferrato

Nel 2014 i paesaggi vitivinicoli del Piemonte: Langhe Roero e Monferrato hanno ricevuto il riconoscimento come 50 sito italiano Patrimonio dell’Unesco.

A contribuire al riconoscimento, oltre ai paesaggi vitivinicoli, hanno concorso gli “infernot” spettacolari ambienti sotterranei ricavati nella pietra da Cantoni.

Il paese di Fubine in particolare, a 2 km da Cascina Zerbetta, ne e’ particolarmente ricco. Potete effettuare un viaggio virtuale all’ interno degli ” infernot” visitando il sito www.infernottraveller.com o meglio ancora, organizzando una visita diretta,  degustando i prodotti di questo fantastico territorio.

Oltre a Casale Monferrato, vale la pena una visita alla città di Valenza dove si possono scoprire i palazzi in stile barocco piemontese e la visita a borghi e castelli della zona.

Per chi apprezza maggiormente gli itinerari naturalistici interessante una visita al Sacro Monte di Crea che si snoda lungo la salita che porta al Santuario mariano, e di lì procede lungo un sentiero che, in un bosco di querce e frassini, si inerpica tra le asperità di un friabile terreno roccioso sino ad arrivare alla cappella del Paradiso. Il Parco Naturale del Sacro Monte di Crea è stato istituito nel 1980 e si compone di 34 ettari di bosco: bellissime querce di Rovere, ippocastani e altri arbusti tipici della zona quali gigli, cerri, pino silvestre, faggi e altri, caratteristici dell’arco alpino.